• Italiano
  • English

menu

ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

Martedì 11 febbraio ore 15, seminario prof.ssa Olimpia Pino "La Neurodidattica per una scuola su misura"

La prof.ssa Olimpia PINO, associato di psicologia presso il dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma, martedì 11 febbraio alle ore 15 presso la Sala Riunioni del Plesso di Matematica. terrà un seminario dl titolo:

La Neurodidattica per una scuola su misura. 

I seminari sono rivolti a tutti coloro che si occupano dell’insegnamento della matematica, e in particolare ai docenti che devono interagire con le classi della scuola secondaria di primo e secondo grado inferiore e superiore. 

Tutti sono invitati a partecipare

Organizzatore: prof. Marino Belloni  

Abstract

La matematica può servire a molteplici scopi e dovrebbe essere insegnata in modo da preparare gli studenti a “prosperare come esseri umani” (Su, 2017, p. 483). La matematica è alla base di gran parte del tessuto della società, dal data-mining in politica, agli algoritmi utilizzati negli annunci pubblicitari, ai complessi modelli matematici sottostanti strumenti finanziari che influenzano la vita di milioni di persone.Gli studenti dovrebbero lasciare il liceo con una certa alfabetizzazione quantitativa e i processi di pensiero critico necessari per determinare la validità delle affermazioni fatte in ambito scientifico, economico, sociale e politico (Brelias, 2015).Quando si insegna in modo efficace, con un'enfasi sul pensiero critico e sul ragionamento matematico, e quando i compiti di matematica e le attività in classe affrontano (Kavanagh & Rich, 2018) argomenti significativi - come l'analisi dei problemi di salute pubblica, la disuguaglianza nel reddito e la sostenibilità ambientale - gli studenti ottengono “l'accesso a una matematica ricca e rigorosa che offre loro opportunità e capacità di auto-comprensione per comprenderla e usarla nel proprio mondo”  (Wager & Stinson, 2012, p. 10).
I pilastri dell’apprendimento (emozione, motivazione, attenzione, memoria)

- La comunicazione didattica
- Le intelligenze multiple
- Il cervello che apprende e la neuro-didattica
- L’ansia dell’apprendimento della matematica, capacità metacognitive (pianificazione, monitoraggio, riflessione), auto-efficacia e prestazione matematica
- L’approccio dell’educazione realistica. Tecnologia e azione educativa.

Pubblicato Lunedì, 10 Febbraio, 2020 - 10:17 | ultima modifica Lunedì, 10 Febbraio, 2020 - 10:32